Preparazione per gare di Mondioring

Preparazione per gare di Mondioring

Il Mondioring è uno sport cinofilo per cani di tutte le razze iscritti ad un libro genealogico riconosciuto dall'FCI (ossia provvisti di pedigree riconosciuto dall'FCI).

E’ uno sport molto spettacolare, che richiede ai cani grandi doti fisiche e psicologiche, in quanto le prove sono molto impegnative e nel contempo sono svolte in ambienti nei quali “la coreografia” sempre diversa in ogni gara rende ancora più importanti le capacità di adattamento del cane.

Le prove, pur nel complesso simili, sono ogni volta rese  complesse, in quanto il contesto di gara, le modalità di attacco e difesa, gli attrezzi, (oggetti da riporto, artifice, disturbi, etc) sono sempre diversi e richiedono una preparazione accurata del cane a situazioni sempre diverse.

 

Nel nostro centro possiamo mettere a disposizione una esperienza in Nazionale e la partecipazione ai Campionati del Mondo di Mondioring, un campo di 2.000 mq con salti regolamentari (alto, lungo e palizzata), nascondigli, figuranti ufficiali.

Chi volesse prepararsi per le gare o allenarsi per il puro divertimento di praticare il Mondioring, può richiedere una preparazione individuale, partecipare a corsi o stage.

Chi volesse intraprendere la carriera di figurante è il benvenuto, imparando ad indossare il costume da Mondioring.

 

Le classi previste sono 4:

  • Debuttanti: a cui sono ammessi soggetti di tutte le razze anche se sprovvisti di pedigree purché abbiano compiuto i 12 mesi di età
  • Categoria 1: tutti i soggetti con pedigree e 12 mesi di età
  • Categoria 2: tutti i soggetti che abbiano ottenuto almeno 2 volte 160 punti in Cat. 1
  • Categoria 3: tutti i soggetti che abbiano ottenuto almeno 2 volte 240 punti in Cat. 2

 

Il programma comprende prove senza collare e guinzaglio.

 

OBBEDIENZA

Gli esercizi di obbedienza comprendono:

  1. La condotta senza guinzaglio con tre cambiamenti di direzione (ad angolo retto o acuto, un dietrofront e due arresti).
  2. L’assenza del conduttore per un minuto. In questo arco di tempo il cane non deve muoversi anche se verrà messa in atto una distrazione.
  3. L’invio in avanti, dove il conduttore manda il cane diritto davanti al lui e dopo aver attraversato la linea di arrivo viene richiamato al piede.
  4. Posizioni a distanza, in cui il conduttore si colloca con il suo cane sul punto di partenza, comanda la posizione iniziale e si allontana dando il “resta”, dopodiché ordina al cane (da lontano) di assumere diverse posizioni.
  5. Rifiuto dell’esca, in cui viene richiesto di ignorare le esche lanciategli davanti al naso da una persona sconosciuta.
  6. Ricerca dell’oggetto (discriminazione), l’oggetto utilizzato è un legnetto di circa 15 cm. Il conduttore sceglie un legnetto tra una serie di altri identici numerati e lo mette in tasca fino al momento della ricerca dove lo depositerà a terra, lontano dal cane, entro un quadrato prestabilito. Successivamente i commissari collocano altri legnetti identici all’interno dello stesso quadrato. Al segnale del giudice, il conduttore invia il suo cane con il comando “cerca e porta” e il cane deve riportare il legnetto che è stato toccato dal condutore.

 

Gli esercizi di salto sono tre:

  1. Salto in alto (di tre diverse misure, 1m. / 1,10m. / 1,20m. a seconda della categoria); prevede andata e ritorno.
  2. Arrampicata della palizzata (verticale, non inclinata) dell’altezza massima di 2,30 m. (solo andata)
  3. Salto in lungo (di 3,00 / 3,50 / 4,00 m. a seconda della categoria: solo andata).

 

GLI ESERCIZI DI MORSO

  • Attacco frontale con bastone (ostacolo in 2 e 3) 
  • Attacco in fuga 
  • Difesa del conduttore 
  • Ricerca + scorta 
  • Attacco frontale con accessori 
  • Falso attacco in fuga 
  • Guardia all’oggetto